Immobili realizzati abusivamente su un terreno pubblico comunale con all’interno dei cavalli non dichiarati, e dunque sprovvisti di microchip, è quanto scoperto e sequestrato, nel quartiere catanese Zia Lisa II, dagli agenti della Polizia Municipale di Catania, Sezione Edilizia e Vigilanza Ambientale, coadiuvati nell’operazione dai Carabinieri della Stazione Librino.

Un’attività operativa caratterizzata da osservazioni e appostamenti ha permesso di individuare i fabbricati abusivi adibiti a stalla e abitazione, ulteriori verifiche hanno poi permesso di accertare la presenza, all’interno di questi immobili, di tre giovani puledri purosangue non dichiarati. Gli agenti hanno così proceduto al sequestro degli animali, due dei quali appartenenti a un unico proprietario e il terzo di proprietà di un’altra persona già identificata.

I tre cavalli sono stati sottoposti a controllo sanitario da parte dei veterinari dell’Asp e dotati di microchip, due esemplari sono quindi stati affidati provvisoriamente a un maneggio privato.

Posti sotto sequestro penale gli immobili, quattro in tutto, risultati abusivi e individuati gli autori che sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Catania.