Beni per 640mila euro sono stati sequestrati dalla guardia di finanza Pietro Lo Monaco, indagato in qualità di legale rappresentante pro tempore del Calcio Catania per omesso versamento dell’imposta sul valore aggiunto per il 2018.

Il provvedimento preventivo è stato emesso dal Gip su richiesta della locale Procura.

Le indagini sono state avviate dopo una segnalazione della direzione provinciale dell’Agenzia delle Entrate, con la quale la Procura da anni ha sottoscritto protocolli per rendere tempestivi i flussi informativi in tema di reati tributari. Secondo l’accusa, Lo Monaco, all’epoca dei fatti rappresentate legale del Calcio Catania, ha omesso di versare, per conto della società sportiva, l’Iva relativa all’anno 2018 per un importo di 640 mila euro.

Importo per cui è stato chiesto e ottenuto dalla Procura il sequestro per equivalente.