La Polizia Municipale di Catania ha effettuato due interventi che hanno portato al sequestro di un’attività di autoriparazione in viale Mario Rapisardi e al recupero di animali in gabbia abbandonati al mercatino delle pulci.

Al centro di uno dei servizi, effettuati dalla Polizia Ambientale, un’attività di meccatronica (autoriparazione con interventi meccanici ed elettronici). È così venuta alla luce la mancanza della segnalazione certificata di inizio attività e l’assenza di tracciabilità dei rifiuti prodotti all’interno del locale. Il gestore del posto è stato sanzionato e denunciato per violazione di norme in materia ambientale. Elevati verbali amministrativi dall’importo complessivo di 5.167,00 euro. L’attività, inoltre, è stata sequestrata amministrativamente. Un contenitore con circa 20 litri di olio esausto è stato sottoposto a sequestro preventivo a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

La Polizia Commerciale, invece, ha condotto la consueta verifica di domenica al mercatino delle pulci di San Giuseppe la Rena. Rinvenute sul suolo pubblico gabbie con vari animali (conigli nani di allevamento e pappagalli della specie Melopsittacus undulatus). Non è stato possibile risalire all’autore dell’abbandono degli animali. I pappagalli, con il supporto della Polizia Ambientale, sono stati affidati al raggruppamento ornitologico siciliano (Foi) e i conigli a una struttura autorizzata dall’Asp Veterinaria. Sono ancora in atto investigazioni per risalire alla provenienza di due esemplari di pappagalli che avevano anelli riportanti il codice di allevamento.