I carabinieri della Squadra “Lupi” del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale hanno arrestato nella flagranza un catanese di 26 anni, ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività info investigativa svolta dai militari in materia di spaccio di droga aveva consentito di apprendere come un giovane abitante nel quartiere San Cristoforo, dopo aver ricevuto l’ordinazione telefonica da parte del cliente di turno, utilizzando auto o motorini presi a noleggio, si spostava in diversi punti del capoluogo etneo per effettuare la consegna.

I carabinieri, organizzato un servizio di pedinamento, hanno deciso di bloccarlo all’angolo tra le vie Regina Bianca e Principe Nicola, mentre questi era alla guida di una Fiat Stilo, ovviamente, noleggiata.

L’eccessivo nervosismo mostrato dal fermato e il forte odore tipico della marijuana che fuoriusciva dall’abitacolo del mezzo, ha spinto gli operanti a effettuare una perquisizione veicolare, grazie al quale sono state trovati circa 42 grammi di marijuana, nascosta sotto il cruscotto lato passeggero.

Effettuata anche quella personale che ha consentito di trovare e sequestrare, occultati dentro gli slip indossati, 7 grammi di cocaina e 130 euro in contanti conservati all’interno di un marsupio. Durante la successiva visita eseguita nell’abitazione del giovane pusher, questi ha consegnato spontaneamente ai militari altri 3 grammi di marijuana che nascondeva all’interno di un barattolo riposto su di una mensola in cucina.

L’analisi chimica delle sostanze stupefacenti sequestrate ha stabilito che dalla cocaina si sarebbero potute ricavare circa 30 dosi, mentre dalla marijuana, classificata come “amnesia haze”, circa 300.

L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.