Con l’avvio della bella stagione i Finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno posto la lente d’ingrandimento sul traffico di sostanze stupefacenti. In 5 mesi sono stati sequestrati circa 400 kg di hashish, marijuana e cocaina, scoperte due piantagioni di cannabis, arrestate 23 persone e denunciati all’Autorità Giudiziaria ulteriori 29 soggetti. Negli ultimi mesi, i militari del Comando Provinciale di Catania, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di contrasto ai traffici illeciti ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, realizzati lungo le rotabili e nei punti di maggiore afflusso di persone nel capoluogo etneo e, in particolare, nel capoluogo cittadino, anche con l’ausilio delle unità cinofile, hanno sequestrato più di 360 kg di hashish e marijuana ed oltre 13 kg di cocaina nonché scoperto nell’ hinterland etneo due piantagioni di cannabis con più di 11.000 piante.

In particolare, tra le attività più eclatanti, si segnalano le seguenti:

  • Nel mese di maggio, le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Catania, a seguito di attività info-investigativa, fermavano, all’uscita di un garage, un furgone sospettato di aver trasportato sostanza stupefacente. La successiva perquisizione di un box sito in Misterbianco (CT) permetteva di rinvenire e sequestrare 136 kg di marijuana.
  • I Baschi Verdi di Catania, durante un posto di controllo nel calatino, intimavano l’alt a un autoveicolo che non fermandosi continuava la sua corsa. Dopo un inseguimento lo stesso veniva bloccato con a bordo 134 kg di marijuana sottoposta a sequestro.
  • Nel mese di giugno, a seguito di controllo effettuato presso lo svincolo di Fiumefreddo (CT), i Finanzieri del Nucleo PEF rinvenivano occultati a bordo di un’autovettura oltre 500 grammi di cocaina.
  • A luglio, nel territorio di Militello in Val di Catania (CT), veniva scoperta una piantagione di marijuana che portava al sequestro di circa 11.000 piante di cannabis del tipo Skunk.
  • I Finanzieri del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, dopo aver effettuato un lungo periodo di osservazione, individuavano, presso un parcheggio dell’aeroporto di Catania – Fontanarossa, un soggetto che prelevava un involucro contente circa 1 Kg di cocaina da un autoveicolo. I successivi approfondimenti permettevano di sequestrare ulteriori 2 kg nascosti nella stessa vettura e di giungere alla scoperta di un nuovo veicolo trasportato con una bisarca, proveniente dalla Toscana, parcheggiato in un posteggio privato di Augusta (SR). Il controllo di quest’ultima autovettura portava al rinvenimento ancora di circa 10 Kg di sostanza stupefacente, determinando un sequestro complessivo di oltre 13 kg di cocaina che, nella vendita al dettaglio, avrebbe fruttato oltre 1 milione di euro.
  • Nel mese di agosto, i militari del Nucleo PEF a seguito di approfondimenti investigativi e servizi di pedinamento, scoprivano un casolare a Grammichele (CT) dove vi erano occultati, all’interno di una botola, oltre 46 kg di marijuana.
  • A Belpasso (CT), la Compagnia Pronto Impiego di Catania in collaborazione con i militari del Nucleo PEF, eseguiva una perquisizione in un casolare al cui interno un soggetto, dopo l’intimazione dell’alt, si dava alla fuga ed esplodeva, a scopo intimidatorio, un colpo di fucile. Il soggetto veniva tratto in arresto e la successiva ispezione portava al sequestro di 225 piante di cannabis, 800 gr. di marijuana, 1 fucile a canne mozze tipo lupara e diverse cartucce.
  • Sempre a Belpasso, nel mese di settembre, durante il controllo di un’autovettura, venivano rinvenuti e sequestrati più di 43 kg di marijuana e circa 200 gr. di hashish.

Le operazioni, condotte dalle Fiamme Gialle etnee, si inseriscono in un più ampio contesto di attività di prevenzione e repressione che, durante la stagione estiva, è stato ulteriormente incrementato, al fine di garantire maggior sicurezza, soprattutto agli appartenenti alle fasce di età più giovane, che frequentano i luoghi della “movida”, dove lo stupefacente è spesso destinato.