Truffa nel settore dei videogiochi

I funzionari dell’Ufficio dei Monopoli di Palermo e di Catania hanno effettuato diversi controlli nella città di Catania e nella provincia. In un Internet Point della città etnea, privo delle licenze di polizia previste per le sale giochi e le sale scommesse, venivano effettuate varie tipologie di gioco illecito.

All’interno sono stati trovati cinque apparecchi non collegati alla rete nazionale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli. Sempre in questo esercizio è stato scoperto l’allestimento di una vera e propria agenzia di scommesse con apparecchiature telematiche a disposizione dei clienti, accese e collegate a un sito internet estero. Nei confronti del gestore dell’esercizio e del proprietario dei cinque apparecchi installati è scattata la denuncia penale per truffa ai danni dello Stato.

Inoltre, la titolare dell’internet point è stata denunciata all’autorità giudiziaria per esercizio abusivo di raccolta di scommesse. Nell’ambito dei controlli sono stati sequestrati i cinque apparecchi da gioco, due personal computer e le somme trovate all’interno delle slot machine ammontanti a 1.785 euro.

Altri controlli sono stati effettuati a Catania e nei comuni di San Pietro Clarenza e Tremestieri Etneo, dove sono state riscontrate ulteriori irregolarità.