Chiusura centro scommesse

La Polizia di Stato di Catania ha dato esecuzione a un provvedimento emesso dal Questore di Catania che ha decretato la sospensione temporanea dell’attività di un punto scommesse nel quartiere di San Cristoforo, imponendo per 7 giorni la chiusura del locale.

Il provvedimento scaturisce dall’esecuzione di mirate attività di controllo disposte dal Questore di Catania negli esercizi pubblici della città, al fine non solo di verificare l’esatta osservanza delle norme di settore e di quelle preposte alla tutela della sicurezza dei pubblici locali e dei lavoratori in essi impiegati e della salute dei consumatori, ma anche di monitorarne le frequentazioni, nell’ottica della generale azione di prevenzione e di contrasto dei fenomeni criminali e di illegalità diffusa.

Nel corso dei numerosi controlli eseguiti dai poliziotti sono stati identificati diversi clienti con precedenti giudiziari e di polizia, alcuni pregiudicati per reati di particolare gravità ed allarme sociale, non di rado provenienti anche da altri quartieri e comuni.

Sulla base delle segnalazioni provenienti dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e al termine dell’istruttoria svolta dalla Divisione Polizia Amministrativa della Questura, che ha sviluppato e analizzato i dati, le informazioni e gli accertamenti effettuati dai poliziotti, soprattutto in merito all’abituale frequentazione da parte di persone con precedenti di polizia, il Questore di Catania ha disposto la chiusura temporanea dell’attività.

L’art.100 T.U.L.P.S., infatti, consente al Questore la chiusura per un periodo determinato “di un esercizio (…) che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate”.

Il provvedimento ha lo scopo di garantire l’ordine e la sicurezza dei cittadini e soprattutto le legittime aspirazioni a vivere in una comunità sicura, dove svolgere ordinatamente le proprie attività e di costituire una garanzia per tutte quelle attività economiche che rispettano le norme.