Lite tra coniugi

Gli agenti delle volanti sono intervenuti nella zona di piazza Palestro, in seguito a una segnalazione pervenuta al numero unico d’emergenza 112, per una lite animata tra coniugi. Giunti tempestivamente sul posto, i poliziotti hanno preso contatti con il richiedente.

L’uomo ha raccontato che, poco prima, il fratello, al momento sottoposto agli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico per un precedente episodio di maltrattamenti in famiglia, aveva avuto una lite animata con la moglie, all’interno dell’abitazione. Durante il litigio, aveva colpito la donna alla testa con un oggetto, procurandole una ferita.

Si era poi allontanato dall’abitazione, sostenendo di voler accompagnare la donna al pronto soccorso. Gli agenti, a quel punto, si sono recati al presidio ospedaliero, rintracciando la coppia.

La donna ha riferito ai poliziotti che la lite era scaturita per motivi di gelosia da parte del marito, il quale l’aveva colpita alla testa, procurandole delle lesioni.

Per tale motivo, l’uomo è stato denunciato all’autorità giudiziaria e arrestato per il reato di maltrattamenti in famiglia e per evasione. Su disposizione del P.M. di turno, il 44enne è stato nuovamente sottoposto al regime degli arresti domiciliari.