Violenza domestica

Nel fine settimana su disposizione di questa Procura Distrettuale della Repubblica, la Polizia di Stato ha dato esecuzione alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare nei confronti di due uomini, uno di 26 anni e uno di 70 anni, responsabili di due diversi casi di violenza domestica, verificatisi nelle settimane precedenti.

Il primo dei due provvedimenti, emesso dal gip etneo su richiesta di questo Ufficio nei confronti del giovane ventiseienne, scaturisce da un intervento effettuato lo scorso 1 ottobre dalle volanti dell’U.P.G.S.P. della Questura di Catania nell’abitazione di una donna. Gli accertamenti compiuti nell’immediatezza dagli agenti delle volanti e successivamente dal personale del Commissariato Centrale avrebbero fatto emergere un quadro complessivo di ripetuti atti di violenza domestica che sarebbero stati commessi dal figlio nei confronti della donna, consistenti in aggressioni verbali, percosse, violenza psicologica e richieste continue di denaro, necessario all’acquisto di sostanze stupefacenti.

Nei giorni successivi, sulla base della segnalazione, il Questore della Provincia di Catania ha immediatamente emesso nei confronti del soggetto un provvedimento di ammonimento. I magistrati del gruppo specializzato nei reati di genere in brevissimo tempo hanno richiesto e ottenuto dal gip il provvedimento cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare, con divieto di avvicinamento alla parte offesa. Nei giorni scorsi personale del Commissariato Centrale ha dato esecuzione alla misura cautelare.

Nello stesso periodo è stata data esecuzione, sempre su disposizione di questa Procura della Repubblica, a un altro provvedimento nei confronti di un settantenne, indagato per atti di violenza domestica nei confronti della moglie di 61 anni.

Lo scorso mese di luglio, la Questura di Catania ha ricevuto segnalazione di violenza domestica che sarebbe stata esercitata dall’uomo nei confronti della moglie e che si sarebbe concretizzata in aggressioni fisiche e verbali, con percosse e minacce. Nei giorni successivi, il Questore di Catania, in seguito a un’accurata istruttoria svolta dalla Divisione Anticrimine, ha emesso, nei confronti dell’uomo, un provvedimento di ammonimento, notificato all’interessato, dandone notizia alla parte offesa.

A meta di questo ottobre, gli agenti del Commissariato di P.S. Centrale hanno acquisito notizie in ordine a ulteriori condotte rilevanti, nello specifico gravi minacce rivolte nei confronti della vittima, che sarebbero state poste in essere dall’anziano già ammonito.

Uno dei magistrati del pool specializzato in reati di genere, anche in questo caso in pochissimi giorni, ha richiesto e ottenuto dal gip l’applicazione nei confronti dell’indagato della misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare con l’obbligo di non farvi rientro senza l’autorizzazione del giudice. Nei giorni scorsi. il personale del Commissariato Centrale ha dato esecuzione anche a questa misura cautelare.