Finisce in galera un uomo coinvolto in un’inchiesta contro il clan Brunetto, cellula giarrese della famiglia di cosa nostra etnea “Santapaola-Ercolano”. I Carabinieri della Stazione di Calatabiano, su delega della Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania, hanno eseguito un ordine di carcerazione ai danni del 50enne Pietro Galasso. Dovrà espiare la pena residua di 6 anni e 8 mesi di reclusione, comminatagli nell’ambito del processo relativo all’operazione “Kallipolis”. L’inchiesta in questione, coordinata dalla DDA etnea e condotta dai militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Catania, disarticolò nel mese di dicembre del 2016 il clan “Brunetto”. Nello specifico l’uomo di Calatabiano è stato condannato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e associato al carcere catanese di Piazza Lanza.