Bimbo morto in piscina: i genitori donano gli organi

Non ce l’ha fatta Giuseppe Corradengo di 7 anni. Il piccolo è caduto in piscina a Villagrazia di Carini mentre si trovava in casa con la sorellina e la nonna. Non è ancora chiaro cosa sia successo, ma forse è stato colto da un malore ed è rimasto per diversi minuti a faccia in giù mentre stava giocando in piscina.

Il bimbo è stato soccorso dai sanitari del 118 che l’hanno portato prima all’ospedale Villa Sofia e poi all’Ismett. I medici hanno tentato di salvarlo, ma invano. La famiglia ha dato il consenso alla donazione degli organi.

Dopo l’osservazione di legge per la morte cerebrale sono stati prelevati il fegato e i reni. Questi organi saranno trapiantati in Emilia Romagna e in Lombardia a tre pazienti compatibili.

Sull’accaduto è stata aperta un’inchiesta. Le indagini sono condotte dai carabinieri della compagnia di Carini coordinate dalla procura.