A Belpasso è nata, nel piazzale prima dell’accesso agli uffici comunali, una panchina per non dimenticare le vittime del Covid-19. Un tributo che l’amministrazione ha voluto fare verso coloro che hanno perso la vita a causa del virus.

L’opera è stata resa possibile grazie al talento di un imprenditore locale.

La panchina vuole essere anche un simbolo di liberazione dalla pandemia e di poter al più presto compiere semplici gesti come sedersi in una panchina per attimi di serenità, senza mascherine e igienizzanti.

L’opera, nata da un’idea dell’assessore ai vigili urbani, Moreno Pecorino, e dell’imprenditore Moschetto, è stata realizzata con un tipo di vetro, mixato ad acciaio e con un certo design, particolarmente resistente oltre che attraente.