La famiglia era già stata segnata da un gravissimo lutto alcuni anni fa: a causa di un’esplosione era scomparso il giovane Gianluca

In merito all’esplosione nell’impresa di fuochi d’artificio Vaccalluzzo, costata la vita al titolare Antonino Vaccalluzzo, il sindaco di Belpasso, Daniele Motta, ha diramato una nota che pubblichiamo di seguito.

Triste risveglio stamattina per Belpasso, l’amara notizia sta gettando un velo di sconforto in tutta la città. Nino Vaccalluzzo, 62 anni, titolare di una delle storiche aziende di fuochi d’artificio che operano nel territorio di Belpasso, ha perso la vita coinvolto in una violenta esplosione, intorno alle 7.30 di oggi. A fronte delle grandissime soddisfazioni lavorative, frutto di talento, professionalità e creatività generalmente riconosciuti, la famiglia Vaccalluzzo, diversi anni fa, era stata già funestata da un altro triste lutto, quello del giovane Gianluca, deceduto mentre era impegnato nello svolgimento del proprio lavoro. Alla luce di tutto questo, dunque, lo stupore che di solito i fuochi dei Vaccalluzzo suscitano nell’animo di tutti, quest’oggi ha un volto totalmente opposto, un profondo sbigottimento. A nome mio e di tutta l’Amministrazione Comunale di Belpasso, porgo sentite condoglianze alla famiglia Vaccalluzzo e a tutti i parenti e gli amici più vicini.