Tragedia ad Aidone, nell’Ennese. Vittoria Malaponti, 69enne, è stata trovata morta in casa in una pozza di sangue. A ucciderla sarebbe stata la figlia, 47enne, al culmine di una violenta lite per la decisione di trasferire la madre in una casa di riposo.

L’allarme era stato lanciato proprio da lei, ma poi messa alle strette ha confessato il delitto ed è stata arrestata e portata nel carcere di Catania piazza Lanza. Sul posto i carabinieri che hanno effettuato i rilievi del caso. Disposta l’autopsia sul cadavere.