Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati a contrastare ogni fenomeno di illegalità, gli agenti del commissariato di pubblica sicurezza di Adrano hanno denunciato Q.S, 40enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli operatori, durante il normale svolgimento del servizio di controllo del territorio, transitando per via Frassino hanno notato la presenza di un uomo che con fare sospetto cercava di defilarsi alla vista dell’equipaggio.

I poliziotti, avendo riconosciuto l’uomo già noto alle forze di polizia, l’hanno bloccato per procedere a una perquisizione personale che dava esito positivo: infatti è stato trovato, nel pugno della mano destra, un involucro di carta in alluminio contenente una dosa di eroina.

Per quanto emerso dalla perquisizione personale, gli agenti hanno deciso di procedere a una perquisizione domiciliare. All’interno dell’abitazione dove il denunciato è residente, hanno trovato e sequestrato una “pietra” di eroina contenuta all’interno di una bustina in cellophane del peso complessivo di un grammo, diverse banconote per un valore complessivo di 205 euro e un bilancino di precisione, tutti arnesi atti al confezionamento della sostanza stupefacente.