Gli agenti del commissariato di pubblica sicurezza Adrano hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione disposto nei confronti del 47enne, il quale deve scontare cinque anni e quattro mesi di reclusione per cumulo di pene concorrenti.

L’uomo stava già espiando la pena della reclusione di tre anni e mesi quattro per un furto in abitazione commesso nel mese di luglio del 2019, e per il quale era stato arrestato. Per l’esecuzione di tale pena era stato ammesso alla misura alternativa della detenzione domiciliare.

Poiché nei suoi confronti è sopraggiunta l’esecuzione della pena complessiva, il Magistrato di Sorveglianza ha disposto la cessazione di tale beneficio e, di conseguenza, il Pubblico Ministero ha emesso a carico del condannato l’ordine con il quale si dispone il suo accompagnamento presso un istituto di pena.

Il 47enne è stato portato all’Ufficio di pubblica sicurezza per le conseguenti attività di fotosegnalamento e successivamente in carcere, dove dovrà permanere sino al mese di novembre dell’anno 2024.

Proseguono intanto le attività dei poliziotti volte a contenere la diffusione del contagio da Covid-19, anche alla luce della recente ordinanza del Presidente della regione siciliana, che ha istituito la “zona rossa” per il comune di Adrano.