Due date storiche molto significative: la prima ci interessa da vicino perché è la partenza dei Mille, 05 maggio 1860, dallo scoglio di Quarto in Liguria. Imbarcati su due piroscafi, il Piemonte e il Lombardo, sbarcarono a Marsala l’undici maggio e risalirono la penisola sbaragliando il regno borbonico in meno di sei mesi.

La seconda data ci ricorda la scomparsa di Napoleone nel 1821.

Oggi infatti ricorre il bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte, politico e militare francese passato alla storia per le sue doti di grande stratega, grazie alle quali conquistò gran parte dell’Europa all’inizio del XIX secolo.

A lui sono stati dedicati capitoli interi di libri scolastici, ma anche una celebre poesia, scritta da Alessandro Manzoni, intitolata proprio “Il 5 maggio”, giorno in cui Napoleone esalò il suo ultimo respiro nell’isola di Sant’Elena, dove era in esilio.

“Per guidare il mondo esiste un solo segreto: essere forti.”

È con questa celebre frase che vogliamo ricordare l’uomo che cambiò l’Europa.

Un uomo che nel bene o nel male non verrà mai dimenticato.