Cronaca Notizie

PALAGONIA, TERZO OMICIDIO IN TRE MESI

di Mary Sottile

 

E’ il terzo omicidio in appena 10 mesi. Ancora una morte violenta a Palagonia, con un 81enne, Raffaele Mandrà, ucciso oggi in pieno centro. Ad assassinare l’anziano, con tre colpi di coltello, sarebbe stato Gesualdo Rossitto, incensurato, di 60 anni, costituitosi ai carabinieri della Compagnia di Palagonia, subito dopo il delitto.

Non chiaro il movente. Da una prima ricostruzione sembra che Rossitto, afflitto da problemi economici, questa mattina è uscito di casa in stato confusionale. Arrivato in piazza Garibaldi, si è imbattuto nell’anziano che conosceva solo di vista e per motivi non chiari, lo ha aggredito, uccidendolo. “Non so perché l’ho fatto”, avrebbe detto l’uomo ai carabinieri di Palagonia che indagano.

“Non ci sono parole per commentare il terzo omicidio avvenuto in paese nel giro di dieci mesi”, commenta a caldo il sindaco Salvo Astuti che nei giorni scorsi aveva lanciato un appello per accendere i riflettori sull’emergenza sicurezza a Palagonia.

Intanto, resta in carcere Luigi Cassaro, il 49enne di Licata accusato di aver ucciso Francesco Calcagno il 23 agosto scorso. A deciderlo è stato il Gip del Tribunale di Caltagirone, Salvatore Ettore Cavallaro, che ha convalidato il fermo, emettendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Cassaro, interrogato si è avvalso della facoltà di non rispondere.

 

Commenti su Facebook: