Incidente mortale in via Vittorio Emanuele a Paternò

foto incidenteLe indagini sono tutt’ora in corso. Quasi certa, comunque, l’alta velocità a base dell’incidente stradale avvenuto questo pomeriggio, poco prima delle ore 16, in via Vittorio Emanuele, nel tratto basso compreso tra piazza Indipendenza e piazza Regina Margherita. A perdere la vita è Carmelo Angelo Orto, 51enne, paternese. Questo pomeriggio a bordo della sua moto, un Honda mille di cilindrata, stava affrontando via Vittorio Emanuele, quando per cause in corso d’accertamento (ad effettuare i rilievi sono i vigili urbani del comando di Paternò), ha perso il controllo del mezzo. Violentissimo l’impatto contro le colonnine poste sul lato sinistro della strada, necessarie a separare il passaggio pedonale dal tratto riservato ai pedoni. L’uomo è morto quasi all’istante. La moto ha invece continuato la sua corsa, finendo, poi, contro uno dei vasi all’imbocco di piazza Regina Margherita. Un arresto provvidenziale. Il vaso ha evitato che la moto continuasse la sua corsa, ed investisse i pedoni in quel momento in piazza. Sul posto l’arrivo del 118 e dei carabinieri della Compagnia di Paternò. Il magistrato di turno del Tribunale di Catania non ha disposto il sequestro del mezzo.

13/12/14

Mary Sottile

A Paternò di scena l’ecofest

Still1128_00000Oggi l’appuntamento conclusivo. All’ex macello di Paternò, struttura che ospita anche il museo della civiltà contadina, oggi è stata la giornata dell’ecofest. Le scuole di Paternò protagoniste, con gli studenti accolti dalle tredici associazioni di volontariato e sportive che hanno organizzato l’evento, aderendo alla “settimana europea per la riduzione dei rifiuti”. Con loro, a collaborare, il Comune di Paternò e la Dusty, la ditta che in città si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti.Tante le attività organizzate in questa giornata, con gli studenti protagonisti di laboratori d’arte creativa, per dare nuova vita ad oggetti destinati ad essere gettati via. Per loro anche l’occasione di visitare il museo della civiltà contadina. I giovani, la generazione dalla quale partire per cambiare volto al sistema, in un’ottica nuova di rispetto dell’ambiente. Ma non basta. Anche le istituzioni devono assolvere al loro compito nel mettere in moto un’attività trasparente, legale e realizzata nell’esclusivo interesse del cittadino.

27/11/14

Mary Sottile

IV circolo: sterile protesta

foto (53)I lavori verranno eseguiti subito, entro le festività per la festa della Santa Patrona. A rassicurare i genitori degli studenti del IV circolo è il sindaco, Mauro Mangano, arrivato questa mattina al plesso di viale Kennedy, insieme al dirigente comunale dell’ufficio ai lavori pubblici, Eugenio Ciancio. Un faccia a faccia necessario dopo lo stop all’attività didattica in due aule, insieme alla chiusura della palestra e di una porzione di corridoio, disposti dai vigili del fuoco di Catania, dopo un sopralluogo fatto ad inizio settimana. Le infiltrazioni di acqua hanno provocato nuovi problemi da qui la decisione di interdire all’utilizzo degli studenti, parti della scuola. Per il sindaco l’incontro con i genitori ha avuto l’obiettivo di chiarire che l’Ente si muoverà subito, almeno per le due classi. Non chiaro se vi sarà la possibilità di recuperare anche la palestra (dipende dai fondi a disposizione) e il corridoio. La riunione sul finire ha avuto strascichi pesanti. Nonostante le rassicurazioni alcuni genitori che hanno partecipato solo agli ultimi minuti dell’incontro hanno innescato una polemica con il primo cittadino e con il dirigente scolastico. Polemiche continuate anche dopo che il sindaco è andato via, tanto che il dirigente, Filippo Motta, ha allertato i carabinieri.

27/11/14

Mary Sottile

“Città sicura”: elevate 200 multe in due giorni

2A Paternò ha avuto il via lo scorso lunedì un’operazione, denominata “Città Sicura”, attraverso la quale i vigili urbani hanno portato avanti un’attività di controllo della viabilità, finalizzata al rispetto delle regole del codice della strada. Ad essere coinvolti in questa attività sono stati, in tutto, una decina tra vigili urbani e ausiliari del traffico. Nella giornata di lunedì ad essere oggetto di questi controlli è stata la periferia della Città, mentre oggi l’attività ha interessato il centro. Nello specifico: via Giovan Battista Nicolosi (tratto basso), via Emanuele Bellia, Piazza Regina Margherita, via Circumvallazione e parte di via Vittorio Emanuele. Tra lunedì e oggi, a seguito di questi controlli effettuati sul territorio, sono state elevate circa 200 multe per un’ammontare complessivo di circa 12mila euro. Ad essere stati sanzionati, con una multa di 41 euro, sono stati i trasgressori del codice della strada che hanno parcheggiato in doppia fila o in divieto di sosta. Multe di 84 euro ciascuna, invece, sono state elevate verso chi ha parcheggiato sulle strisce pedonali, in prossimità di incorci o sugli stalli riservati ai diversamente abili. L’attività, legata all’operazione “Città Sicura”, proprio al fine di continuare a portare avanti un controllo capillare del territorio, nel pieno rispetto dell’osservazione del codice della strada, proseguirà anche nei prossimi giorni.

26/11/14

Sara Cavallaro

Mamme sul piede di guerra al IV circolo

1Un sopralluogo dei Vigili del fuoco del distaccamento di Catania ed al IV circolo didattico di Paternò è stata disposta la chiusura di due classi, due quarte della primaria, ed ancora è stata resa off-limits la palestra comunale, ed una porzione di un corridoio. La situazione strutturale della scuola, già non rosea, è peggiorata dopo la pioggia dello scorso mese di ottobre. “Sono stati ispezionati gli intradossi dei solai di tutti gli ambienti scolastici e successivamente le indagini sono state estese all’estradosso dei solai ed esattamente sopra la copertura dell’edificio scolastico ad un’unica elevazione fuori terra – scrivono nella relazione i vigili del fuoco -”. Dopo l’esame della struttura, i vigili, come detto, hanno vietato l’utilizzo di alcuni ambienti del plesso di viale Kennedy, ma nella nota, parlano anche all’Amministrazione comunale: “si obbliga l’ente locale – scrivono ancora i vigili del fuoco – all’esecuzione immediata dei lavori edili atti ad eliminare le cause delle infiltrazioni e delle parti pericolanti”. Per porre rimedio nell’immediato il dirigente scolastico, Filippo Motta, ha trasferito una classe all’interno del teatro, ed un’altra classe in una sezione materna, dopo l’accorpamento di due sezioni della scuola dell’infanzia. Chiusa invece la palestra, bloccando di fatto anche l’attività pomeridiana. E la notizia già questa mattina ha provocato un polverone tra le mamme che chiedono di capire, vogliono risposte nell’attesa di sapere quando verranno realizzati gli interventi per mettere in sicurezza la scuola. L’Amministrazione comunale, per voce del sindaco, Mauro Mangano, evidenzia che domani mattina sarà al plesso scolastico ad incontrare i genitori degli studenti. Sempre domani è atteso anche l’arrivo dei tecnici comunali per un sopralluogo nei locali finiti sott’accusa, con l’obiettivo di predisporre immediati interventi “almeno per le due classi – evidenzia il primo cittadino, Mangano –, per il resto stiamo lavorando alla redazione del progetto esecutivo sulla scia del finanziamento appena ricevuto”. Da una scuola ad un’altra, dal IV circolo al plesso Falconieri, dove invece sono stati i vandali, ancora una volta, ad entrare in azione. Alla scuola, già completamente devastata, è stato appiccato un incendio al suo interno, per bruciare rifiuti vari. Intanto si è pronti per i lavori di ripristino di una porzione della scuola, con le procedure per la gara d’appalto già tutte espletate.

26/11/14

Mary Sottile

Una minaccia per i cani randagi

2Ancora un altro, l’ennesimo, gesto sconsiderato nei confronti di animali si registra a Paternò. Ancora una volta, persone senza troppi scrupoli decidono di ricorrere al fai da te per liberarsi dei cani randagi, allestendo delle vere e proprie trappole mortali. L’ultima, in ordine di tempo, è stata scoperta, domenica, alla Villa Comunale Moncada, dove alcuni ragazzi che si trovavano a passeggiare lì con i propri cani, hanno rinvenuto dei bocconi di carne, all’interno dei quali erano conficcati dei grossi spilli da sarta. Quasi superfluo sottolineare che se un cane o un gatto randagio li avesse ingeriti, sarebbe morto dopo una lunga e atroce agonia. Ma per fortuna, ai giardini comunali non si registra una particolare presenza di branchi di cani randagi, cosa che rende questo atto ancora più incomprensibile. E se il gesto in sé, dal punto di vista etico, è assolutamente da condannare, va anche sottolineato che è del tutto inutile, visto che uccidere degli animali inermi non risolve assolutamente il problema del randagismo, per il quale l’unica soluzione possibile può essere la sterilizzazione. La nostra redazione, anche attraverso le varie associazioni che si occupano dei cani randagi presenti sul territorio paternese, l’ha più volte ribadito; l’ultimo episodio risale solamente a qualche giorno fa, quando esche avvelenate sono state ritrovate nell’area dell’ospedale SS.Salvatore.

24/11/14

Silvia Giangravè

Incidente mortale sulla A 19

1Si chiamava Vincenzo D’Alessandro, 40 anni di Misterbianco, l’ennesima vittima della strada. L’uomo ha perso la vita questa notte, in un incidente stradale avvenuto lungo l’autostrada Catania-Palermo, la A-19, al km 187 .La vittima, sposato e padre di due bambini, era a bordo di un mezzo di soccorso, mentre si trovava lungo l’autostrada, nel punto di raccordo con la tangenziale di Catania e lo svincolo di Motta Sant’Anastasia. Stava soccorrendo un’automobilista rimasto in panne sul margine della carreggiata, quando è stato travolto da un tir. Ferito il conducente. Non chiaro la dinamica del sinistro, quali le cause che hanno portato il conducente del tir fuori strada, travolgendo il mezzo di soccorso. Ed a causa dell’incidente l’Anas ha chiuso per diverse ore la strada, intervento necessario per consentire ai soccorritori di recuperare il mezzo pesante, finito fuori strada. Sul posto l’arrivo del personale dell’Anas e della Polizia stradale che ha effettuato i rilievi. Il traffico in direzione di Catania è stato deviato allo svincolo di Motta, con proseguimento sulla statale 192. La viabilità è tornata regolare poco prima delle 13, con entrambe le corsie di marcia riaperte al passaggio dei mezzi. Dolore e disperazione a Misterbianco tra i familiari della vittima, tra quanti lo conoscevano, per una vita spentasi prematuramente. L’uomo era conosciuto ed apprezzato, la sua morte improvvisa lascia sgomenta un’intera comunità.

24/11/14

Mary Sottile

Un fucile nell’armadio di casa

SONY DSCAncora un’arma ritrovata dai carabinieri nel corso di un servizio investigativo, ancora un insospettabile finito nella rete degli investigatori. In casa dell’uomo, un 31enne, licodiese, è stato trovato un fucile doppietta calibro 12, marca Pietro Berretta, rubato a Mascalucia lo scorso 10 luglio; e 13 cartucce, sempre calibro 12. A portare a termine l’operazione sono stati i carabinieri della Stazione di Santa Maria di Licodia, che hanno arrestato il 31enne con l’accusa di ricettazione e detenzione illegale di arma da sparo. L’arma è stata ritrovata nel corso di una perquisizione domiciliare. Il fucile era nascosto dietro un armadio, nel corridoio di casa. L’arma sequestrata sarà ora inviata al Reparto Investigazioni Scientifiche, di Messina per gli accertamenti tecnico balistici, in partciolare si dovrà accertare se l’arma è stata utilizzata in eventi criminosi. Per il 31enne immediato è scattato l’arresto. All’uomo sono stati concessi gli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo. Un’attività incessante contro la detenzione illegale di armi, questa dei carabinieri nel territorio sotto la giurisdizione dei militari dell’Arma di Paternò. Appena una settimana fa a finire in manette è stato un 22enne paternese. In casa del ragazzo, arrestato per detenzione illegale di munizionamento e ricettazione, è stata trovata una pistola bernardelli calibro 9×21 più varie munizioni.

24/11/14

Mary Sottile

In ospedale da domani al via i lavori

ospedaleSull’ospedale di Paternò la soluzione è stata trovata. Come mai prima d’oggi il problema è stato risolto con una celerità che lascia sorpresi, positivamente. Il problema, come abbiamo evidenziato nell’edizione di ieri del nostro telegiornale, è legato al cattivo funzionamento della canna fumaria, con fratture presenti in più punti, situazione che all’accensione dei termosifoni, ha evidenziato la dispersione dei fumi dentro le sale operatorie. Da qui la necessità di restare a termosifoni spenti. Nulla di grave in questi giorni di sole, ma con l’approssimarsi della stagione invernale è necessario correre ai ripari, se si accendono i termosifoni inevitabile l’interruzione dell’attività chirurgica in sala operatoria. Dall’Asp di Catania, in quest’occasione non sono rimasti a guardare. Già questa mattina si è tenuto un sopralluogo all’interno della struttura ospedaliera dei tecnici dell’azienda sanitaria, dopo i solleciti arrivati dal direttore sanitario del “SS.Salvatore”, Salvo Calì. Deciso di cominciare subito, già domani, con l’obiettivo di portare la canna fumaria fuori dalla struttura ospedaliera. Rassicurazioni sono arrivate al presidente del Consiglio comunale, Laura Bottino ed al senatore, Salvo Torrisi, dal direttore sanitario dell’Asp di Catania, Franco Luca che questa mattina, a Catania, ha incontrato anche i rappresentanti delle sigle sindacali di Uil e Fials, Orazio Lopis, Giovanni Fallica e Angelo Gallone. Domani, dunque, si comincia con l’intervento che dovrebbe concludersi al massimo entro un mese.

19/11/14

Mary Sottile

Palazzo alessi si prepara al dibattito sul bilancio

consiglioMesso da parte il dibattito e con esso la polemica sulla delibera relativa alla riduzione dell’addizionale irpef, il Consiglio comunale paternese si appresta a discutere il bilancio di previsione per il 2104. La seduta è stata convocata dal presidente, Laura Bottino per sabato 29 novembre, mentre domani scade il termine ultimo per la presentazione degli emendamenti da parte dei consiglieri comunali. Ed intanto oggi, a Palazzo Alessi, riunione della commissione consiliare al bilancio, ed il primo emendamento presentato, quello dei consiglieri Nino Valore (presidente della commissione consiliare bilancio), Turi Fallica, Sergio Signorello. Il termine ultimo per la presentazione degli emendamenti scadono oggi.

19/11/14

Mary Sottile